I 75 Anni di Bernardo Bertolucci

E’ ancora viva nelle mente di tutti la Notte degli Oscar di qualche settimana fa, con Leonardo Di Caprio finalmente vincitore, il film denuncia sulla pedofilia dei sacerdoti a Boston trionfante(Il Caso Spotlight) e il celeberrimo Ennio Morricone che ottiene, a 87 anni, il primo vero Oscar, per la colonna sonora di The Hateful Eight di Quentin Tarantino.

Con Ennio Morricone ha lavorato, in molti film di successo del novecento, il regista parmense Bernardo Bertolucci.

Nel giorno del suo 75esimo compleanno, Tempuss rinfresca la memoria a tutti coloro che non si ricordano del regista italiano vincitore di 9 premi Oscar per un unico film, “l’Ultimo Imperatore”, datato 1987.

Bernardo Bertolucci è stato, forse, un predestinato, poiché già le origini gli permisero di avere una buona base culturale da cui partire; il padre, infatti, era un noto critico letterario, di nome Attilio, mentre la residenza in cui viveva da piccolo distava pochi chilometri da dove visse Giuseppe Verdi.

La passione per la macchina da presa la dimostra sin dalla tenera età, quando con una cinepresa 16 mm prestata da terzi, realizza i suoi primi cortometraggi.

Successivamente, intorno ai vent’anni è assistente alla regia di Pier Paolo Pasolini in “Accattone” e da lì in avanti è una scalata rapida alle posizioni di rilievo del cinema italiano, prima a fianco di Sergio Leone in “C’era una volta il West” e poi con primo regista.

I suoi lavori di maggiori prestigio, critica e clamore furono “Ultimo tango a Parigi” con Marlon Brando, “Novecento” con i giovanissimi Gerard Depardieù, Robert de Niro e Stefania Sandrelli, “l’Ultimo Imperatore”, vincitore appunto di 9 premi Oscar, 9 David di Donatello e 4 Nastri d’Argento e “The Dreamers”, uno dei film più recenti, nel quale descrive il Sessantotto e la nostalgia per quel periodo storico ricco di fantasie emotive e ideologiche.

A fine 2014 ha ricevuto la Laurea ad honorem dall’Ateneo della sua città, Parma.

Oggi Tempuss gli augura Buon Compleanno!

Images courtesy of Città di Parma(Flickr)