La Poesia di Sandro Penna

A Perugia oggi si ricorda Sandro Penna, uno dei poeti della città! Infatti il 12 Giugno 1906, Sandro Penna vedeva, per la prima volta, la luce.

Tempuss lo ricorda, pubblicando due sue poesie…

Il Vegetale

Lasciato ho gli animali con le loro
mille mutevoli inutili forme.
Respiro accanto a te, ora che annotta,
purpureo fiore sconosciuto: assai
meglio mi parli che le loro voci.
Dormi fra le tue verdi immense foglie,
purpureo fiore sconosciuto, vivo
come il lieve fanciullo che ho lasciato
dormire, un giorno, abbandonato all’erbe.

Le nere scale della mia taverna

Le nere scale della mia taverna
tu discendi tutto intriso di vento.
I bei capelli caduti tu hai
sugli occhi vivi in un mio firmamento remoto.
Nella famosa taverna
ora √® l’odore del porto e del vento.
Libero vento che modella i corpi
e muove il passato ai bianchi marinai.

Image courtesy of www.oliproject.org