Il premio Strega Gesualdo Bufalino

Qualche giorno fa Tempuss ha parlato di Aurelio de Felice, celebre scultore ternano scomparso 20 anni fa. Nello stesso giorno e nello stesso anno, il 1996, moriva Gesualdo Bufalino, uno scrittore siciliano del Novecento, poco noto al grande pubblico, ma certamente un talento nel mondo della narrativa italiana, vincitore, tra l’altro, di un premio Campiello e un premio Strega.

Gesualdo Bufalino trascorse la sua vita in Sicilia, tra Comiso, Modica e i paesi limitrofi, insegnando le materie classiche a scuola. Poi, a un tratto, il suo talento da scrittore si rivelò velocemente, tanto che Leonardo Sciascia ed Elvira Selleria lo incitarono a perseverare.

E perseverando Gesualdo Bufalino arrivò a scrivere Diceria dell’Untore e Le menzogne della notte, titoli che appunto vinsero i premi sopracitati.

A Gesualdo Bufalino è dedicata una fondazione, sita proprio in Comiso, dedita allo studio delle opere dello scrittore, alla diffusione della sua narrativa e alle attività di biblioteca e studio per giovani e adulti.

La biblioteca contiene 10.000 volumi, appartenuti, in passato, all’autore stesso.

Per maggiori informazioni, si consiglia di visitare il sito!

Image courtesy of www.nadiaterranova.com