Il Cipe Giacinto Facchetti

Non sono interista e mai lo sarò; non ho festeggiato per la finale di Champions vinta nel 2010, ultima squadra italiana a farlo peraltro, e non apprezzo l’attuale proprietà che sta iniziando a seguire il trend delle big d’Europa, non pensando ai parametri di “fair-play finanziario” o simil tali. Inoltre sono sempre stato milanista e ancora oggi, qualche scatto di cuore, ogni tanto, ritorna.

Ma da amante dello sport e del calcio nello specifico, non posso non fermarmi e onorare Giacinto Facchetti, morto nel 2006 dopo 18 anni da calciatore dell’Inter (1960-1978) e due anni di presidenza (2004-2006).

Con lui l’Inter ha trionfato sia da calciatore sia da dirigente; la sua figura, carismatica e di persona onesta, è stata ricordata più e più volte.

Mi sento in dovere, ancora oggi, dopo 10 anni, di ricordarla ancora una volta e più; come diceva lui, “per ottenere risultati, nello sport come nella vita, serve un atteggiamento serio, un impegno costante per farsì di poter creare le basi per vincere”.

Ecco, a 10 Anni di distanza dalla sua morte, invito tutti i baby calciatori e tutti i tifosi di calcio a ri-osservare la figura di Giacinto Facchetti(su Youtube ci sono moltissimi video), perché sono convinto che ascoltare le sue parole, faccia nient’altro che bene in quest’epoca di milioni e milioni di € per un giovane che non ha dimostrato niente…

Image courtesy of Oscar by Flickr