Joseph Pulitzer; giornalista ed editore rivoluzionario

Quando sentiamo nominare la parola Pulitzer subito facciamo riferimento al Premio Pulitzer, prestigioso concorso per giornalisti istituito nel 1917 secondo le volontà di Joseph Pulitzer e ogni anno, fino a oggi, ripetuto.

Joseph Pulitzer fu immigrato ungherese negli Stati Uniti, combattendo prima la Guerra di Secessione e poi candidandosi alle elezioni negli anni successivi alla guerra.

Dopo la breve parentesi politica, acquistò nella città di St. Louis, i due quotidiani che vi erano pubblicati e gli fuse in uno solo. Tale quotidiano, denominato St.Louis Post-Dispatch vive ancora oggi.

Successivamente si rese protagonista di numerosi altri fatti in ambito giornalistico, acquistando dapprima un importante quotidiano newyorchese, inserendovi poi le prime rubriche di inserzioni commerciali e immobiliari; da vecchio immigrato qual era stato, volle creare un ponte tra la società americana e i molti immigrati che tra fine Ottocento e inizio Novecento giungevano sulle coste degli Stati Uniti.

Si rese protagonista di altre tre iniziative di valore; la prima fu davvero una grossa innovazione per l’epoca, poiché fece stampare a colori un supplemento al giornale newyorchese che editava.

La seconda è relativa a un meccanismo tanto diffuso oggi; il crowdfunding. Portò avanti, senza l’ausilio del web, una raccolta fondi per finanziare il completamento del basamento della Statua della Libertà, inaugurata poi il 28 Ottobre 1886. Tale iniziativa valse 100.000,00 dollari.

La terza iniziativa di valore fu la volontà di aprire la prima Scuola di Studi Avanzati sul giornalismo; scuola che ancora oggi si conferma tra le migliori scuole d’America per la professione per la carta stampata e il web.

Joseph Pulitzer nacque il 10 Aprile 1847, esattamente 170 Anni fa!

Image courtesy of milanonera.com