La chiusura del Totip..30 Giugno 2007

Quale figlio di appassionato d’ippica, appassionato d’ippodromi come Caprilli, San Rossore e San Siro, ricordare il Totip è quasi un dovere, più che altro per smuovere quei ricordi impressi nella memoria che, visti oggi, sembrano piuttosto lontani e sbiaditi.

Il Totip sospese la sua attività di gioco il 30 Giugno 2007, ufficialmente per la scadenza della concessione governativa che gli permetteva d’esistere, ufficiosamente per la perdita d’interesse che l’ippica, divisa in galoppo e trotto, almeno in Italia, conseguiva sempre di più con il passare degli anni.

Realmente, cos’era il Totip? Quando nacque?

Il gioco nacque nel 1948 su proposta congiunta di Sisal e Unire, per avere un concorso a pronostico(scommesse, volgarmente parlando) legate all’ippica. Sulla schedina iniziale venivano registrate 6 corse di cavalli della domenica, sia di trotto che di galoppo.

I cavalli partecipanti erano suddivisi in gruppi, contraddistinti dai simboli 1 X 2 e il partecipante al gioco doveva indovinare i gruppi d’appartenenza del primo e secondo arrivato.

Il gioco prese piede grazie a due scuderie di allevamento cavalli da corsa, la Ribot e Tornese, le quali sostennero il progetto. Nel corso del tempo, il Totip fu associato al Festival della Canzone Italiana, Sanremo, il quale gli permise una maggiore diffusione, quasi simile a quella del calcio e del Totocalcio a esso collegato.

Prima delle definitiva sospensione, il gioco subì delle rimodulazioni che però non bloccarono la chiusura.

Il Totip assegnò premi milionari a numerose persone, a partire proprio dal 1948 sino ad arrivare ai giorni della fine, intorno al 2007.

Image courtesy of venditannunci.it